Subscribe Now

Trending News

Api / Agricoltura / Ambiente

Regent TS: rischi sottostimati

11 gennaio 2004

Secondo una expertise giudiziaria in Francia i rischi sono stati sottostimati.

Un parere scientifico giudiziario stima che i rischi per l’ambiente e per l’uomo legati all’utilizzazione dell’insetticida Regent TS sono stati sottostimati, concedendo una omologazione che non ha considerato le necessarie e sufficienti precauzioni.

Questa expertise era stata richiesta a metà dicembre dal giudice Jean Guary de Saint-Gaudens (Haute-Garonne, Francia) responsabile di una inchiesta per determinare le cause di mortalità delle api nella regione dei Midi-Pyrénées.

 

Realizzata da Jean-François Narbonne, professore dell’università di Bordeaux, esperto in sicurezza degli alimenti, è stata notificata la scorsa settimana alle parti.
L’esperto ha esaminato una decina di dossier selezionati dal giudice istruttore alla Direzione generale dell’alimentazione (DGAL) del Ministero dell’agricoltura, che concede le omologazioni per questo tipo di prodotti.

Nelle conclusioni della sua expertise, Narbonne ritiene che il Régent TS avrebbe dovuto essere classificato T+ R26, la classificazione riservata ai prodotti “molto tossici per inalazione” fin dalla sua prima autorizzazione provvisoria di vendita, nel 1996.

Questa decisione, che dipende da la DGAL, e che include delle precauzioni d’impiego come l’uso di guanti e di maschera, non è stata presa che nel novembre 2003.
Secondo l’esperto, i dati contenuti nel dossier di omologazione del Regent mostrano la “forte tossicità” di questo prodotto e della sua materia attiva, il Fipronil, con degli “effetti possibili sull’ambiente (tossicità sulle api e sugli animali domestici) e sull’uomo per inalazione a corto termine e per ingestione a lungo termine. La conclusione del professor Narbonne è che i rischi “sono stati largamente sotto stimati””..{jcomments on}

Potrebbero interessarti