Subscribe Now

Trending News

Api / Agricoltura / Ambiente

Avvelenamenti anno 2002 : atto primo

21 marzo 2002

La stagione apistica 2002 nel Centro-Nord Italia deve ancora praticamente iniziare quando purtroppo si segnalano i primi casi di avvelenamenti!!!
Si, proprio così. La prima segnalazione sabato 2 marzo quando un collega mi riporta cosa è accaduto ai poveri alveari di un amico, poi lunedì 4 marzo un altro collega mi riporta la morte di altre 30 famiglie e di seguito altre segnalazioni tutte dalla zona collinare alle spalle di Imola (Bo) vocata alla coltura dell’albicocco, ottima fioritura che di solito assicura un buon avvio di stagione. Non è stato così quest’anno

Dopo un momento di incredulità si valutano i sintomi:…

 

…non ci piove, si tratta proprio di avvelenamenti. L’unica risposta è che siano state avvelenate le splendide fioriture di veronica presenti nei frutteti nel periodo precedente la fioritura dei fruttiferi stessi sulle quali le api stavano bottinando da pochissimi giorni.

Il danno è avvenuto subito prima della fioritura degli albicocchi, quando alcuni agricoltori hanno probabilmente eseguito un trattamento contro un insetto ricamatore che attacca i frutticini appena allegati, incuranti delle fioriture spontanee presenti sotto alle piante.
Dopo il danno causato dagli agricoltori la cosa ancora più grave è che chi sarebbe preposto alla nostra tutela e a quella delle nostre api, cioè i vigili sanitari dell’Asl locale, si sono rifiutati, dopo la segnalazione degli apicoltori, di recarsi in loco al fine di trovare le cause sicure e chi le ha provocate. L’Asl si è limitata ad inviare i campioni di api morte forniti dall’apicoltore dicendo che, al massimo, si sarebbe risaliti al principio attivo che avrebbe portato a tale situazione, senza verbalizzare e denunciare il tutto in quanto senza una campionatura eseguita in modo ufficiale ciò è il massimo che si può ottenere.{jcomments on}

Potrebbero interessarti