Subscribe Now

Trending News

Api / Agricoltura / Ambiente

“Lo sporco lavoro” della lobby agrochimica contro lo stop Ue ai pesticidi killer d’api e vita

19 aprile 2013 inglese 18x12 spagnola 18x12

syngenta beeL’ONG CEO – Osservatorio Corporativo Europeo – ha intercettato e resi pubblici gli scambi di corrispondenza privata che dimostrano le indebite pressioni e attività di lobby di Syngenta e Bayer per cercare d’influenzare l’imminente voto del Comitato d’Appello Ue sulla sospensione dell’utilizzo di tre pesticidi di loro produzione. Traduzione Unaapi del Dossier CEO (pdf)

 

La sospensione degli insetticidi sistemici, proposta dalla Commissione Europea a seguito delle conclusioni scientifiche tratte dall’ Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare (EFSA), non ha raggiunto la maggioranza qualificata in seno al Comitato Permanente per la Catena alimentare e la Salute degli animali e si ritorna al voto la prossima settimana.

Nelle ultime settimane la lobby agrochimica ha concentrato tutta la sua potenza di fuoco per cercare d’influenzare gli Stati membri.

L’Osservatorio Corporativo Europeo ha intercettato e pubblicato lettere ed e-mail private inviate dai due colossi della chimica, e da altri gruppi di pressione loro alleati, alla Commissione e all’EFSA, prova tangibile della potente pressione che stanno esercendo per evitare il divieto.

Ecco le tattiche ricorrenti:

  • “comprare” scienziati affinché creino un nebbioso alone di dubbio sulla validità scientifica degli studi che provano gli effetti dei pesticidi sulle api ( come è stato fatto con la indecente richiesta di riesame delle conclusioni tratte dall’EFSA);
  • diffondere disinformazione e allarmismo ( con la reiterazione di affermazioni di tipo economico e scientifico prive di ogni fondamento);
  • impressionare l’Ue sia con pareri “scientifici” e sia politici, ad esempio di Obama e Hollande;
  • ribaltare la responsabilità sugli agricoltori che non userebbero correttamente i pesticidi, causando danni alle api.

 Consultate i due articoli di denuncia pubblicati sul sito del CEO in lingua originale o scaricate la traduzione in pdf a cura dell’Unaapi:

Potrebbero interessarti