Subscribe Now

Trending News

Articoli Varroatosi

Lotta alla Varroa: zucchero a velo

Varroa: trattamento con zucchero a velo

L’utilizzo di sostanze polverulente, tra cui lo zucchero a velo, per staccare la varroa dalle api adulte ai fini di trattamento è stato testato da vari autori.
Sono stati ipotizzati due possibili meccanismi di azione: la polvere impedirebbe ai microscopici artigli di cui sono dotate le estremità degli arti delle varroe di aggrapparsi alle api (Ramirez and Malavasi 1991; K. Fakhimzadeh 2000); inoltre l’imbrattamento stimolerebbe nelle api il comportamento di grooming (Macedo, Wu, and Ellis 2002; Stevanovic et al. 2012).
Lo spolveratura con zucchero a velo non risulta essere dannoso per le api. nessuna particella penetra nelle trachee respiratorie e lo sviluppo delle colonie non viene in alcun modo alterato (Kamran Fakhimzadeh 2001a).
Quando le api vengono estratte dall’alveare e cosparse di zucchero in modo abbondante ed omogeneo (come nel test dello zucchero a velo) si provoca il distacco di più del 90% dei parassiti dalle api (Macedo, Wu, and Ellis 2002; Kamran Fakhimzadeh 2001b). E’ stato proposto di estrarre tutte le api dall’alveare, spolverarle in un’apposita scatola e reintrodurle, con un’efficacia di circa il 77%, ma solo sulle varroe foretiche (Aliano and Ellis 2005). Il tempo che si impiega per compiere una simile operazione la rende antieconomica.
Il trattamento delle api nella cassa è stato proposto in due modalità: ponendo lo zucchero sui favi e spennellandolo negli spazi interfavo oppure soffiandolo attraverso la porta di volo. La spolveratura rimuove solo una parte degli acari che sono sulle api adulte e non gli acari che si stanno riproducendo nelle celle di covata, che a seconda degli autori sono tra il 50 e il 70% del totale. La spolveratura nei periodi di presenza di covata pertanto ha un effetto molto blando: se il 60% delle varroe nella nella covata un trattamento che rimuovesse l’80% delle varroe dalle api adulte avrebbe un’efficacia sull’insieme della famiglia di appena il 32%. E’ però probabile che trattando le famiglie intere ed integre lo zucchero imbratti api e varroe in misura inferiore rispetto al trattamento di api estratte dall’alveare e mescolate vigorosamente con lo zucchero. Pertanto l’efficacia sarebbe più bassa, inoltre il fenomeno del grooming potrebbe essere più importante dell’imbrattamento degli arti della varroa e pertanto il risultato sarebbe più variabile anche per via del fatto che le varie razze di api possano manifestare in misura diversa tale comportamento (Stevanovic et al. 2012).
In molte esperienze riportate dalla letteratura scientifica trattamenti ripetuti nel corso di tutta la stagione non hanno prodotto nessuna differenza significativa tra le casse trattate e le casse non trattate in quanto ad infestazione e a sopravvivenza delle colonie (Ellis, Hayes, and Ellis 2009; Berry et al. 2012). Un qualche risultato, comunque blando, è stato evidenziato quando i trattamenti hanno coinvolto periodi di assenza di covata e sono stati ripetuti almeno settimanalmente per molti mesi (Stanimirovic et al. 2011; Stevanovic et al. 2012; Berry et al. 2012).

Riferimenti

Aliano, N.P., and M.D. Ellis. 2005. “A Strategy for Using Powdered Sugar to Reduce Varroa Populations in Honey Bee Colonies.” Journal of Apicultural Research 44 (2): 54–57.

Berry, Jennifer A, Ohad Afik, Maxcy P Nolan IV, and Keith S Delaplane. 2012. “Revisiting Powdered Sugar for Varroa Control on Honey Bees (Apis Mellifera L).” Journal of Apicultural Research 51 (4): 367–68. doi:10.3896/IBRA.1.51.4.14.

Ellis, Amanda M., Gerry W. Hayes, and James D. Ellis. 2009. “The Efficacy of Dusting Honey Bee Colonies with Powdered Sugar to Reduce Varroa Mite Populations.” Journal of Apicultural Research 48 (1): 72–76. doi:10.3896/IBRA.1.48.1.14.

Fakhimzadeh, K. 2000. “Potential of Super-Fine Ground, Plain White Sugar Dusting as an Ecological Tool for the Control of Varroasis in the Honey Bee (Apis Mellifera).” American Bee Journal 140 (6): 487–91.

Fakhimzadeh, Kamran. 2001a. “The Effects of Powdered Sugar Varroa Control Treatments on Apis Mellifera Colony Development.” Journal of Apicultural Research 40 (3-4): 105–9.

———. 2001b. “Effectiveness of Confectioner Sugar Dusting to Knock down Varroa Destructor from Adult Honey Bees in Laboratory Trials.” Apidologie 32 (2): 139–48. doi:10.1051/apido:2001119.

Macedo, Paul A., Judy Y. Wu, and Marion Ellis. 2002. “Using Inert Dusts to Detect and Assess Varroa Infestations in Honey Bee Colonies.” Journal of Apicultural Research 41 (1-2): 3–7.

Ramirez, William, and Jollyanna Malavasi. 1991. “Conformation of the Ambulacrum of Varroa Jacobsoni Oudemans (Mesostigmata: Varroidae): A Grasping Structure.” International Journal of Acarology 17 (3): 169–73. doi:10.1080/01647959108683903.

Stanimirovic, Z., Nevenka Aleksic, Jevrosima Stevanovic, D. Cirkovic, M. Mirilovic, N. Djelic, and V. Stojic. 2011. “The Influence of Pulverised Sugar Dusting on the Degree of Infestation of Honey Bee Colonies with Varroa Destructor.” Acta Veterinaria 61 (2-3): 309–25. doi:10.2298/AVB1103309S.

Stevanovic, Jevrosima, Zoran Stanimirovic, Nada Lakic, Ninoslav Djelic, and Ivica Radovic. 2012. “Stimulating Effect of Sugar Dusting on Honey Bee Grooming Behaviour.” Entomologia Experimentalis et Applicata 143 (1): 23–30. doi:10.1111/j.1570-7458.2012.01231.x.

Potrebbero interessarti

Varroatosi

La varroatosi La varroatosi è la malattia delle api con il maggior impatto sull’apicoltura. E’ una malattia parassitaria causata dall’acaro…

Varroa – Patogenesi

Patogenesi (originariamente pubblicato su L’Apis n. 2/2013). Varroa destructor è ritenuta la principale causa di mortalità invernale degli alveari nei…